Quota Cedibile INPS – Cosa è e Come Richiederla

Se sei un pensionato e stai pensando di richiedere un prestito personale tramite la cessione del quinto della pensione sappi che prima di ogni altra cosa ti serve un documento ufficiale, rilasciato quota cedibile inpsdall’ente previdenziale di appartenenza (inps, inpdap, ipost) che certifichi quale sia la rata massima che può essere applicata al prestito. Nel caso in cui tu sia un pensionato inps, ti servirà la quota cedibile inps.

Prima di parlare della quota cedibile inps è doveroso fare una premessa sul prestito contro cessione del quinto. Questa tipologia di finanziamento, in pratica, non fa altro che addebitare la rata mensile direttamente sul cedolino della pensione, sarà quindi l’inpad effettuare il pagamento alla banca o società finanziaria.

Può essere richiesta da tutti i pensionati e la rata massima applicabile sarà 1/5 della pensione, se ad esempio percepisci una importo netto mensile di 1.200 euro il tuo quinto cedibile sarà di 240 euro. In merito tempo di rimborso si potrà arrivare anche a 120 mesi (10 anni) con età del richiedente a fine ammortamento anche di 90 anni.

Sarà compresa una polizza assicurativa per coprire il caso morte.

Cos’è la quota cedibile INPS e a cosa serve?

Come detto la quota cedibile inps è il documento che certifica la quota della pensione che è possibile destinare ad un prestito, e serve a reperire oltre a questo dato, anche altre informazioni utili in fase di istruttoria della richiesta di prestito come:

  • La presenza di altre cessioni del quinto in corso con la relativa rata e la data di inizio e fine pagamenti
  • Un numero identificativo che indica se sono state richieste altre quote cedibili inps