fbpx

Cessione del Quinto: Richiesta, Garanzia e Rinnovo

Cessione del Quinto

La Cessione del Quinto dello Stipendio o della Pensione è un prestito non finalizzato e a Tasso e rata fissa. La particolarità di questo finanziamento sta nel pagamento delle rate che vengono trattenute al cliente e versate a chi eroga il prestito dall’azienda datrice di lavoro o dall’ente che gestisce la pensione.  Avendo la trattenuta diretta alla fonte il prestito tramite 1/5 è denominato anche prestito in busta paga o prestito sulla pensione.

RICHIESTA

La richiesta può essere effettuata da tutti i dipendenti (Dipendente PubblicoDipendente Statale e Dipendente privato) con contratto a tempo indeterminato e i pensionati, con pensione definitiva, INPS, INPDAP e tutti gli altri enti pensionistici. La rata massima applicabile a questo finanziamento è un quinto dello stipendio netto o pensione con possibilità di avere una durata contrattuale che va da 24 mesi a 120 mesi.

GARANZIE

Obbligatoriamente per legge nella Cessione del Quinto sono comprese due polizze assicurative a copertura rischio vita e impiego. E’ da sottolineare che se nessuna compagnia assicurativa è disposta a rilasciare le coperture il prestito non può essere concesso anche se tutti gli altri parametri lo permetterebbero.  Per i soli dipendenti privati viene applicato un vincolo sul tfr maturato a garanzia.

MERITO CREDITIZIO

Una delle specifiche importanti della Cessione del Quinto è il NON controllo delle banche dati (come CRIF) al momento della richiesta, quindi anche chi ha un protesto o un pignoramento, può accedere al prestito, La trattenuta alla fonte è considerata come ulteriore garanzia di solvibilità.

Cedere un quinto della retribuzione per ottenere un prestito è un diritto di ogni dipendente e pensionato, quindi qualsiasi  Ente, Azienda o Ente Pensionistico non può rifiutare la richiesta.

RINNOVO

Altro aspetto importante di questo tipo di prestito è dato dall’estinzione anticipata e possibilità di rinnovo. Per rinegoziare la cessione del quinto unico requisito richiesto è aver saldato almeno il 40% delle rate: ad esempio per rinnovare una cessione del quinto a 120 mesi (dieci anni) è necessario che siano state pagate almeno 48 rate.

la legge di riferimento in merito è il D.P.R. n. 180 del 1950, accompagnato dalla legge n. 80 del 2005 e le Finanziarie 2005 e 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share